Categoria
regazzi

Le risposte di Fabio Regazzi (PPD)

DOMANDE

  1. Come candidato/a al Consiglio Nazionale o Consiglio agli Stati cosa ne pensa dell’aviazione e se l’aviazione civile ha un futuro in Svizzera e in Ticino.

In qualità di membro della Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale mi occupo in prima linea anche di aviazione, che ritengo un tassello fondamentale della nostra rete dei collegamenti aerei sia per le persone che per le merci. L’aviazione ha sicuramente un futuro in Svizzera, nonostante la pressione che sta crescendo per i problemi legati alle emissione di CO2; per il Ticino la situazione è decisamente più complessa ma personalmente ritengo che anche il nostro Cantone debba poter contare su un aeroporto efficiente che garantisca i collegamenti con il resto del Paese e risp. del mondo. 

 

  1. Recentemente è stata approvata una tassazione sui voli. Lei è favorevole o contrario/a?

Sono contrario. Si tratta di un balzello che penalizzerebbe i nostri aeroporti a favore di quelli che si trovano nei Paesi a noi vicini e che andrebbe a colpire soprattutto il ceto medio; dubito poi che a livello ambientale ci saranno benefici significativi. Se una tassa deve essere adottata, la stessa deve essere moderata e in ogni caso uguale per tutti almeno a livello europeo.

 

  1. Per la piazza finanziaria ed economica del Cantone Ticino, lei ritiene che sia importante l’esistenza di un aeroporto?

Sicuramente. Una piazza economica, sia finanziaria che industriale, che vuole essere dinamica e aperta al mondo ha bisogno di collegamenti anche per via aerea e in questo contesto l’aeroporto di Lugano-Agno riveste un ruolo importante.

 

  1. In Ticino ci sono 4 aeroporti (Lugano, Magadino, Lodrino, Ambrì). Lei è favorevole al mantenimento di queste 4 infrastrutture o ritiene che una o più di queste infrastrutture aeroportuali siano riconvertite o dismesse? Se sì quale?

Io credo che tutte e quattro queste realtà debbano essere mantenute, seppure con vocazioni diverse. Ognuna ha una sua ragione per continuare ad esistere ed è fondamentale non sacrificarne nemmeno una. 

 

  1. Lei è favorevole o contrario al mantenimento e sviluppo di Lugano Airport? Se sì perché. Se no perché.

Sono favorevole per le ragioni che ho esposto nella risposte precedenti. Per questo motivo, alla luce della decisione della compagnia aerea Swiss, ho chiesto e ottenuto di mettere in agenda questo tema per la seduta della Commissione trasporti del mese di novembre, alla presenza della Consigliera federale Sommaruga e del direttore del UFAC.

 

  1. Molte forme di trasporto di massa e anche individuali, hanno una forma diretta o indiretta di finanziamento pubblico. Lei condivide la possibilità di aiuto da parte dello Stato anche nei confronti dell’aviazione civile?

Il trasporto pubblico è quasi tutto finanziato da fondi pubblici. Un sostegno anche all’aviazione civile, secondo criteri rigorosi e modalità da definire, è quindi sicuramente pensabile. 

 

  1. È d’accordo che la Confederazione sostenga finanziariamente alcune linee interne, come ad esempio quella Lugano-Ginevra, posto che altre vie di comunicazione non sono concorrenziali?

Il volo Lugano-Ginevra a mio avviso meritevole di essere sostenuto finanziariamente e non capisco per quali motivi sia stato abbandonato.

 

  1. Alla luce dell’abbandono di Swiss e l’assegnazione degli slots alla tratta Zurigo – Lubiana come vede la possibilità che la Confederazione fissi un minimo di slot per i voli di linea interni?

Mi mancano gli elementi necessari per poter formulare una risposta.